E ancora: Costalunga, Coste, Zoppega, Menini, Monte Grande, Cadel Vento, Castellaro, Pressoni, Broia, Brognoligo, Costalta, Paradiso, Costeggiola, Casarsa, Monte di Colognola, Campagnola, Pigno, Duello, Sengialta, Ponsarà, Roncà – Monte Calvarina.

Nell'Italia del vino si tende spesso a fare paragoni con i nostri cugini d'Oltralpe ed ancor più spesso lo si fa denotando una certa sudditanza psicologica nei confronti di scelte che hanno reso universalmente grande il vino francese. Il Soave ha voluto mutuare un concetto caro ai vignaioli francesi andando a tramutare un accurato lavoro di zonazione nell'inserimento a disciplinare di ben 33 UGA che mirano a valorizzare le specifiche caratteristiche geologiche, pedoclimatiche e storiche delle più vocate sottozone dell'areale.

3 aprile 2020